19.7 C
Gorizia
martedì, 16 Agosto 2022

Ferrovie FVG: un app per capitreno per chiedere l’intervento della Polizia

La sicurezza "in un click"

17.03.2021 – 10.13 – Un passeggero segnala al capotreno o a uno dei ferrovieri un problema a bordo: una persona molesta che minaccia uno dei viaggiatori; un ubriaco potenzialmente pericoloso; un possibile furto. Normalmente il capotreno non avrebbe altra scelta che attendere l’arrivo del convoglio in una stazione presidiata dagli agenti; o fare richiesta di un soccorso via telefono. A partire dal 1 aprile simili procedure verranno velocizzate sui treni del Friuli Venezia Giulia attraverso l’introduzione di un’app in servizio al capotreno, attraverso cui verrà segnalata la presenza di un agente delle forze dell’ordine a bordo, con la possibilità di richiedere un intervento diretto. L’app rileva la presenza del poliziotto grazie alle telecamere digitali a bordo, interfacciando pertanto il ferroviere con le forze dell’ordine. Il nome? ‘Board Support’.
Sebbene si tratti di un importante passo in avanti in una Regione, quale il Friuli Venezia Giulia, nella quale i treni operano in zone di confine e come tali particolarmente delicate, il fatto che l’app si sia resa necessaria evidenzia come la popolazione avverta una sensazione d’insicurezza che sia percepita o reale.

L’accordo è stato stipulato a Udine fra Trenitalia (Gruppo FS Italiane) e i rappresentanti di Polizia di Stato, Carabinieri, Guardia di Finanza e Polizia Penitenziaria, alla presenza dell’assessore alle Infrastrutture e Territorio della Regione Friuli Venezia Giulia, Graziano Pizzimenti. Il protocollo regolamenta la fruizione delle agevolazioni concesse dalla Regione sui treni oggetto del contratto di servizio.

[z.s.]

Zeno Saracino
Zeno Saracinohttps://www.triesteallnews.it
Giornalista pubblicista. Blog personale: https://zenosaracino.blogspot.com/

Ultime notizie

Dello stesso autore