19.7 C
Gorizia
martedì, 16 Agosto 2022

Croce Rossa Italiana, Fedriga: “Rappresenta modello di comunità del Friuli Venezia Giulia”

31.03.2021 – 11.24 – “Croce rossa italiana rappresenta molto bene il modello di comunità del Friuli Venezia Giuliamettersi a disposizione degli altri, senza chiedere nulla in cambio, per lottare insieme contro la diffusione del Covid-19. L’augurio è che questo senso di comunità continui a essere condiviso da tutti i cittadini del Friuli Venezia Giulia per affrontare quello che speriamo possa essere l’ultimo periodo di emergenza”. Con queste parole il presidente del Friuli Venezia Giulia, Massimiliano Fedriga, ha voluto ringraziare il comitato regionale della Croce rossa italiana per la donazione di dieci ventilatori per Cpap con maschera facciale, utilizzabili sia in ambito ospedaliero che domiciliare, presentata oggi a Trieste con una cerimonia nel palazzo della Regione alla presenza del vicepresidente con delega alla Salute, Riccardo Riccardi e della presidente Cri Fvg, Milena-Maria Cisilino.

“All’inizio della pandemia i ventilatori per Cpap con maschera facciale erano introvabili in tutto il mondo” ha sottolineato Riccardi. “Gli strumenti donati dalla Cri, pertanto, sono estremamente importanti per aiutare chi si trova in difficoltà senza appesantire il lavoro delle terapie intensive“. “La Croce rossa, alla quale va tutta la nostra più sincera gratitudine, è una compagna di viaggio in tutti gli aspetti di carattere sanitario. Nel contrasto al coronavirus in Italia il sistema del volontariato, infatti, ha saputo stringere un’alleanza preziosa con il sistema sanitario, per esempio, nelle attività di sorveglianza con l’esecuzione dei tamponi. Alleanza che crediamo possa continuare anche per la campagna vaccinale, la grande sfida con quale” ha concluso Riccardi “siamo chiamati a confrontarci nelle prossime settimane”.

“I dati sui contagi sono ancora alti” ha ricordato il governatore Fedriga. “Per questo è fondamentale fare squadra per mettere in sicurezza il nostro territorio, il nostro sistema ospedaliero e i cittadini di questa Regione”. “In questo momento è necessario dare ai cittadini una prospettiva sull’uscita dall’emergenza. Solo in questo modo” ha aggiunto “possiamo racimolare le forze rimaste per intraprendere insieme l’ultimo miglio. È inutile introdurre nuove regole. Vanno invece rispettate quelle già approvate”.

[n.t.w] [n.n]

Ultime notizie

Dello stesso autore