Covid, variante indiana: Cisint chiede alla Fincantieri di non assumere stranieri

01.05.21-07.00- Il sindaco di Monfalcone, Anna Cisint, si è espressa così alla notizia della variante indiana: “Visto il diffondersi della variante indiana del Covid-19, formalizzo la richiesta alle autorità competenti di fare tutto il possibile per monitorare la situazione in Città ed evitare il diffondersi della nuova variante. L’emergenza sanitaria, che dura da più di un anno, ha messo a dura prova il sistema e il tessuto socioeconomico. Mi auguro che con questi accorgimenti si possa evitare l’inasprirsi della situazione già così gravosa per tutti. Le peculiarità contestuali e lavorative del monfalconese ci impongono misure di attenzione eccezionali.”

“Oggi, tramite lettera scritta a Fincantieri solleverò la richiesta di intensificare i controlli e di evitare di assumere personale straniero in questo periodo, nonché di intensificare i controlli che già stanno facendo con molta cura.”

Mi rivolgerò al Questore e al Prefetto per ricevere informazioni sulla strategia di controllo adottata dalle Forze dell’ordine sugli arrivi, non solo via aereo, ma anche via ferrovia, via mare e strada di persone che giungono dalle zone in cui la variante indiana è diffusa o che possano essere entrati in contatto con soggetti contagiati.

Inoltre, all’Azienda Sanitaria avanzerò la proposta di effettuare fare screening mirati e di dare maggiore rilievo all’aspetto preventivo-sanitario. Queste misure sono orientate a tutelare tutti i cittadini e ad evitare l’innalzamento della curva dei contagi e l’aumento di casi critici.

m.p.