Festival del Giornalismo: oggi il premio a Paolo Berizzi a Ronchi

11.09.21-08.00-Più di 300 persone hanno partecipato ieri agli incontri del Festival del Giornalismo e l’ultimo incontro sull’ascesa e caduta del Partito Comunista col deputato Piero Fassino, Toni Capuozzo e Vanni De Lucia ha riempito il palatenda. Il mondo animale e le sue battaglie con Fulvio Cerutti, Maria Luisa Coccozza, Rinaldo Sidoli e Alberto Cessutti, istruzioni d’uso in ambito economico per la cittadinanza con il vicedirettore del Sole 24Ore Alberto Orioli e Stefania Tamburello, le donne e la società civile in Afghanistan con Barbara Schiavulli e l’imprenditore afghano Hamed Ahmadi sono stati ieri alcuni dei temi della terza giornata del Festival del Giornalismo. Si è parlato poi anche della ripartenza dei viaggi e del mondo del turismo con l’associazione Turismo per l’Italia. Molto successo ha riscosso anche la presentazione Libri Leali di Il Paese che uccide le donne di Giuseppe Carrisi a tal punto che il pubblico ha acquistato tutte le copie che erano disponibili in palatenda.

L’ultima giornata di Festival, sabato 11 settembre, partirà già di mattina alle 10.00 in Auditorium Comunale con il Masterclass sul Grapich Journalism incentrato su “St. Louis. Il coraggio di un capitano” degli autori Sara Dellabella, giornalista e scrittrice, e Alessio Lo Manto, illustratore. Introdurrà e modererà l’incontro Pietro Spirito, giornalista de Il Piccolo.

Alle 17.45 si ripartirà in palatenda con la programmazione pomeridiana dell’ultima giornata di Festival con l’incontro “Repressione dichiarata: la situazione della politica e della Libertà di Stampa in Turchia”. Interverranno Esma Çakir, giornalista e già Presidente dell’Associazione Stampa Estera, Mariano Giustino, giornalista e corrispondente Radio Radicale, e Francesca Paci, giornalista de La Stampa. Si collegherà all’incontro anche Lucia Goracci, giornalista inviata Rai e responsabile della sede Rai di Istanbul. Introdurrà e modererà l’incontro Barbara Schiavulli, corrispondente di guerra, scrittrice e direttrice di Radio Bullets. L’incontro rientra tra i corsi formativi riconosciuti dall’Ordine dei Giornalisti del Friuli Venezia Giulia con iscrizione sulla piattaforma Sigef o in loco.

Alle 18.00 in Piazzetta Francesco Giuseppe ci sarà l’incontro “Il diritto alla Salute Mentale nel Terzo Mondo: analisi delle problematiche e dei progetti attuati per colmare il gap tra paesi ricchi e paesi poveri”. Interverranno Massimo Cirri, conduttore radiofonico e giornalista, Peppe dell’Acqua, psichiatra, Federica Ferro, project manager dell’associazione Jobel Onlus OdV. Introdurrà e modererà l’incontro Gioia Meloni, giornalista che dirige la struttura di programmazione italiana della sede Rai per il Friuli Venezia Giulia. L’incontro rientra tra i corsi formativi riconosciuti dall’Ordine dei Giornalisti del Friuli Venezia Giulia con iscrizione sulla piattaforma Sigef o in loco.

Alle 19 in palatenda si terrà invece l’incontro “Friuli Venezia Giulia: destinazione finale della migrazione via terra attraverso la rotta Balcanica”. Interverranno Floriana Bulfon, giornalista de La Repubblica e de L’Espresso, Giuseppe Colasanto, già responsabile della Polizia di Frontiera di Trieste, Ugo Dinello, giornalista dei quotidiani del gruppo Gedi-La Stampa, Andrea Foffano, analista di intelligence, saggista ed editorialista, e Nicolò Giraldi, giornalista di TriestePrima. Introdurrà e modererà l’incontro Gianpaolo Sarti, giornalista de Il Piccolo.

Alle 19.30 in Piazzetta Francesco Giuseppe ci sarà “Stati Uniti VS Cina, sfida per il pianeta” con Dario Fabbri, giornalista e analista, consigliere scientifico e coordinatore America di Limes, che dialogherà sul tema col pubblico.

Alle 20 si terrà poi in palatenda “I cambiamenti nella Comunicazione: da Conte a Draghi, da Trump a Biden”. Interverranno Antonella Dragotto, consulente per la Comunicazione dell’IVASS e vice capo servizio della comunicazione di Banca d’Italia, e Janina Landau, giornalista e responsabile della sede romana del canale tv di Class CNBN. Introdurrà e modererà l’incontro Margherita Reguitti, giornalista culturale.

Verrà poi dato spazio alle 21 alla tanto attesa cerimonia di consegna del “Premio Leali delle Notizie in Memoria di Daphne Caruana Galizia”. La IV edizione verrà presentata dalla corrispondente di guerra e scrittrice Barbara Schiavulli, che ogni pomeriggio manda in onda sulla sua Radio Bullets tutti gli aggiornamenti della manifestazione culturale ronchese con il programma Live @ Festival. Il premio verrà consegnato dalla sorella di Daphne Corinne Vella al vincitore Paolo Berizzi, giornalista de La Repubblica che da vent’anni porta avanti un lavoro di indagine sul neofascismo. In seguito a minacce e ad atti intimidatori vive sotto scorta dal 1° febbraio 2019, unico giornalista Europeo sotto scorta per le minacce dei nazifascisti. Il Premio è stato realizzato quest’anno dall’artista locale Fabio Rinaldi. Interverranno nel corso della cerimonia anche Beppe Giulietti, presidente della Federazione Nazionale della Stampa Italiana, e Sandro Ruotolo, giornalista e senatore.

Si chiuderà poi la VII edizione del Festival del Giornalismo alle 21.45 con l’incontro Mafie e pandemia: quali gli effetti della pandemia sulle organizzazioni criminali. Interverranno Lirio Abbate, giornalista, saggista italiano e vicedirettore de L’Espresso, Floriana Bulfon, giornalista de La Repubblica e de L’Espresso, Dina Lauricella, giornalista di Rai 3, Salvo Palazzolo, giornalista de La Repubblica. Introdurrà e modererà l’incontro Cristiano Degano, presidente dell’Ordine dei Giornalisti del Friuli Venezia Giulia. L’incontro rientra tra i corsi formativi riconosciuti dall’Ordine con iscrizione sulla piattaforma Sigef o in loco.

Sarà possibile visitare “La voce di Impastato. Volti e parole contro la mafia” di Elia Falaschi nel Consorzio Culturale del Monfalconese e “¡Yo estoy con vos, mi Nicaragua!” di Inti Ocón nella sede di Leali delle Notizie durante i giorni del Festival del Giornalismo dalle 17 alle 21. La mostra inaugurata ieri sulla ribellione anti Ortega in Nicaruagua è stata organizzata grazie alla collaborazione con l’Associazione Culturale Thesis e Dedica Festival di Pordenone.

Il Festival del Giornalismo segue le indicazioni della Presidenza del Consiglio dei Ministri e la normativa vigente in materia di contenimento da COVID-19, pertanto gli accessi saranno consentiti tenendo in considerazione le disposizioni ministeriali. La partecipazione a tutti gli eventi è libera e gratuita.

In caso di maltempo gli appuntamenti previsti in Piazzetta Francesco Giuseppe I si terranno in Auditorium Comunale in Piazzetta dell’Emigrante, mentre quelli previsti nel giardino del Consorzio di Bonifica della Venezia Giulia si terranno nell’adiacente sala conferenze.

c.s.