Visavì Gorizia Dance Festival: annullato ‘Soul chain’

Il direttore della compagnia Honne Dohrmann e alcuni danzatori saranno comunque presenti e incontreranno il pubblico. Resta invariato il programma di sabato: Visavì Short Format–Visavì Meets Arts – Valrosso.

29.10.2021-08.30 – Lo spettacolo ‘Soul chain’, previsto al Teatro Verdi di Gorizia sabato 30 ottobre, non potrà andare in scena. L’organizzazione del festival, curata da ArtistiAssociati, ha appena appreso la notizia che, a causa di problemi di salute che coinvolgono diversi interpreti, la compagnia tedesca Tanzmainz non potrà rappresentare a Gorizia la Premiere italiana dello spettacolo. Lo spettacolo è pertanto annullato e i biglietti saranno rimborsati (indicazioni puntuali saranno pubblicate sul sito www.goriziadancefestival.it). Il direttore della compagnia Honne Dohrmann e alcuni danzatori saranno comunque presenti e incontreranno il pubblico, sempre sabato al Teatro Verdi di Gorizia alle 21.30, per raccontare la genesi dello spettacolo e il lavoro con la coreografa Sharon Eyal. La serata, ad ingresso gratuito, si trasforma così in un’occasione unica per conoscere come lavora una grande compagnia ascoltando il racconto del “dietro le quinte” e dialogando direttamente con i suoi componenti

Resterà invariato il resto del programma di sabato 30 ottobre: i lavori inizieranno alle 11.30 al Kulturni Dom di Gorizia Visavì Short Format, le creazioni di Pablo Girolami, Katja Kolarič, Giovanni Leonarduzzi, Giovanni Napoli a confronto, una vetrina dei giovani artisti più interessanti del panorama della danza contemporanea, con un focus particolare ai talenti locali che si stanno affermando sulla scena internazionale. La nuova sezione Visavì Short Format offre al pubblico e agli operatori l’opportunità di conoscere, in un unico appuntamento, le loro nuove creazioni.

Alle 15, e in replica alle 16.15, sarà proposto ‘Visavì Meets Art’, a cura di Marta Bevilacqua, ai Musei Provinciali/ Palazzo Attems-Petzenstein di Gorizia .

Alle 18.30 a Nova Gorica, al Teatro Nazionale Sloveno, sarà presentato in prima mondiale ‘Cinque danze per il futuro’ di e con Davide Valrosso e le musiche originali eseguite dal vivo da Daniele Gherrino. In scena un danzatore e un musicista intessono un corredo di connessioni, relazioni, scambi fino a dismettere i propri panni per vestire quelli dell’altro. Cinque danze per il futuro costruisce un organismo scenico di forma ibrida fra danza e concerto.