Uniti per la Grado del Futuro: “La cultura non si compera un tanto al chilo”

11.11.21-09.00- La lista civica d’opposizione Uniti per la Grado del Futuro risponde alle critiche social sull’amministrazione precedente:”Negli ultimi giorni sulla pagina Facebook della Lega Nord di Grado sono apparsi alcuni messaggi allusivi di una malagestione della cosa pubblica in ambito culturale da parte della precedente Amministrazione. Il primo, forte di un calcolo matematico per giunta sbagliato (sono 10 gli appuntamenti organizzati nella passata stagione e non 5 come malamente affermato nel post), solleva dei dubbi sulla tariffa oraria rispetto ai tempi di intervento dei relatori nella rassegna di “Libri e autori”, che si svolge a Grado con successo da 31 anni.  Come se si trattasse di prendere un Taxi o di chiamare l’idraulico per una riparazione e non di invitare sull’Isola grandi personalità del giornalismo, della letteratura e della cultura, a cui va assicurato un cachet.  Immancabile la chiosa minacciosa comprensiva di strafalcioni grammaticali che costituisce un vero marchio per questi messaggi: “Che dite. Sforbiciano? O la annulliamo per il futuro per punizione?”. Non si è ben capito chi dovrebbe essere punito e per che cosa, per cui invitiamo il Segretario della L.N. di Grado ad un doveroso chiarimento. Il secondo messaggio, invece, pone l’accento sui costi del Festival “Musica a 4 Stelle” giunto alla 38° edizione ed egregiamente organizzato dal Maestro Giorgio Tortora, se rapportati ad un’altra manifestazione musicale minore che si è svolta sempre a Grado. Immancabile anche in questo caso l’avvertimento finale, non si sa bene a chi rivolto: “la festa è finita”.
Dispiace che le forze politiche che amministrano Grado non si siano ancora rese conto che esiste un’eredità importante da cui partire per alzare ulteriormente l’asticella dell’offerta culturale gradese e che, anziché informarsi, conoscere, cercare di sapere, perdano il loro tempo con la propaganda per gettare discredito su di noi.
Augurando a tutti buon lavoro, attendiamo con grande interesse il prossimo bilancio di previsione allorché ci sarà dato di sapere quanto costeranno gli eventi nella gestione del Sindaco Kovatsch rispetto a quanto avvenuto negli anni precedenti e con quali risultati.”
Firmata da Uniti per la Grado del Futuro (Sara Polo, Greta Reverdito, Luciano Cicogna, Fabio Fabris, Dario Raugna)