32.6 C
Gorizia
martedì, 5 Luglio 2022

Ministero Cultura, iniziative per la Giornata Internazionale dei diritti delle persone con disabilità

30.11.21-14.00-Il 3 dicembre è la Giornata Internazionale dei diritti delle persone con disabilità, indetta dal 1992 dall’Organizzazione delle Nazioni Unite, dando continuità all’Anno internazionale delle persone disabili proclamato nel 1981, per promuovere l’inclusione, la dignità, i diritti e il benessere delle persone con disabilità e combattere ogni forma di discriminazione. Il Ministero della Cultura sostiene l’iniziativa con l’organizzazione di manifestazioni ed eventi in tutta Italia nel rispetto del principio di eguaglianza e libertà di tutte le persone, consapevole dell’importanza di garantire a tutti pari opportunità nella partecipazione e fruizione del patrimonio culturale.

Le attività proposte vogliono sensibilizzare e coinvolgere tutto il pubblico per favorire una cittadinanza attiva e consapevole verso i temi dell’inclusione sociale all’insegna dello slogan Un giorno all’anno tutto l’anno. La Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio del Friuli Venezia Giulia presenterà una rassegna di video e cortometraggi che raccontano il nostro territorio e i suoi beni culturali attraverso uno sguardo aperto, attento e sensibile. I video sono stati realizzati da cittadini con difficoltà di accesso e fruizione al patrimonio culturale (disabilità sensoriali, motorie o cognitive, malattie rare, marginalità linguistiche o culturali, ecc.) che attualmente vivono, lavorano, studiano o soggiornano temporaneamente in Friuli Venezia Giulia.

Hanno aderito all’iniziativa Centri diurni o residenziali di ambito socio-sanitario, cooperative sociali e associazioni di volontariato che accolgono e assistono persone con difficoltà cognitive, psichiche e limiti relativi all’autonomia. Hanno aderito, inoltre, singole persone speciali, amministrazioni pubbliche e interi istituti scolastici realizzando lavori multidisciplinari per ascoltare e dare voce, mettersi nei panni di chi affronta difficoltà e sfide quotidiane. Stranieri, migranti e Centri di accoglienza per minori non accompagnati ci raccontano della voglia di integrarsi, conoscere e comprendere la storia e il patrimonio culturale della nostra regione.

L’iniziativa ha lo scopo di valorizzare il nostro patrimonio culturale e sviluppare una riflessione sulle difficoltà di accesso alla cultura, per mezzo di un progetto che vuole stimolare un sentimento di consapevolezza del patrimonio culturale, contribuire alla sua tutela in modo diffuso e condiviso, incoraggiando e dando spazio e visibilità alla partecipazione e allo spirito di iniziativa personale e collettiva e all’incontro tra le diverse realtà, storie e identità che caratterizzano l’intero territorio regionale.

Tutti i video realizzati dai partecipanti saranno visibili sul sito della Soprintendenza dal 3 dicembre 2021.

c.s.

Ultime notizie

Dello stesso autore