19.7 C
Gorizia
venerdì, 27 Maggio 2022

Sicurezza sul lavoro, al varo il nuovo “Portale cantieri” del FVG

07.05.2022 – 07.30 – “Il portale presentato oggi è uno strumento innovativo che migliora le performance della pubblica amministrazione, agevola il lavoro dei cittadini nella produzione della documentazione necessaria e – cosa più rilevante – potenzia i meccanismi di vigilanza e di prevenzione legati ai cantieri e quindi alla vita delle persone. Si tratta di un passaggio estremamente importante per il quale è bene ringraziare i Servizi di prevenzione delle Aziende sanitarie e tutti gli enti coinvolti che si sono dedicati con grande entusiasmo a questo progetto”.
Lo ha affermato a Trieste il vicegovernatore con delega alla Salute Riccardo Riccardi nel corso della presentazione del Portale cantieri (Po.Ca) del Friuli Venezia Giulia, implementato dalla Regione e da Insiel.
Nel ricordare che la sicurezza sul lavoro è una materia particolarmente complessa, l’esponente della Giunta ha sottolineato che questo supporto tecnologico non servirà solo all’invio delle pratiche richieste per legge. Questo strumento risulterà infatti molto utile per ottenere quella massa di informazioni necessarie per valutare gli standard di sicurezza dei cantieri, calcolando anche la scala di rischio e individuando le misure in grado di controllare al meglio gli interventi in fase di realizzazione.
Sviluppato con tecnologie moderne e sicure, lo sportello web potrà essere utilizzato da tutti i cittadini e da tutti quei professionisti che, in virtù della legislazione vigente, devono comunicare l’apertura di un cantiere edile nel territorio del Friuli Venezia Giulia. In questo modo sarà creata la prima banca dati completa di tutti i lavori di carattere edilizio presenti sul territorio regionale.
Grazie al portale tutti gli enti con responsabilità sul rispetto e la salvaguardia della salute e sicurezza in ambito lavorativo saranno puntualmente informati anche sul numero degli addetti impegnati e sulle caratteristiche delle aziende. Saranno così trasmessi dati già strutturati al softwareMela” utilizzato dalle Strutture per la prevenzione e sicurezza negli ambienti di lavoro(Spsal) con una forte ottimizzazione delle tempistiche e una maggiore completezza delle informazioni.
Con un algoritmo elaborato da un team di professionisti costituito dalle Aziende sanitarie, dall’Ispettorato del lavoro e da Insiel sarà possibile identificare infatti le imprese considerate a rischio e quelle che presentano sanzioni ricorrenti.

Nel corso della conferenza stampa è stato ricordato che nel 2021, a seguito dei benefici fiscali introdotti in questo settore, le notifiche di apertura cantiere in Friuli Venezia Giulia hanno toccato quota 13mila, quando nel 2019, prima dell’emergenza pandemica, erano circa 8mila.
Dopo una fase sperimentale che partirà il prossimo 1 giugno, nel 2023 il portale entrerà a pieno titolo nei servizi della pubblica amministrazione regionale e il suo utilizzo verrà reso obbligatorio secondo norma.

[z.s.]

Ultime notizie

Dello stesso autore