16.2 C
Gorizia
domenica, 14 Agosto 2022

Fincantieri: approvata la relazione finanziaria semestrale al 30 giugno

27.07.2022 – 12:00 Nella giornata di ieri, martedì 26 luglio 2022, il Consiglio di Amministrazione di Fincantieri S.p.A., sotto la presidenza del Generale Claudio Graziano, ha approvato la relazione finanziaria semestrale al 30 giugno 2022. I risultati consolidati che ne emergono vedono una crescita di ricavi e proventi del 16% rispetto al primo semestre dell’anno 2021, che ammontano euro 3.510 milioni. L’Ebitda è pari a euro 90 milioni (euro 219 milioni nello stesso periodo dello scorso anno), mentre l’Ebitda margin a 2,6% (7,2% nel 2021). Il risultato di periodo adjusted è invece negativo per 94 milioni, mentre nel primo semestre del ’21 era positivo per 49 milioni. Il risultato del periodo è negativo per euro 234 milioni: il dato, come sottolineato a margine del Consiglio dall’Amministratore Delegato di Fincantieri, Pierroberto Folgiero, deriva dagli esiti di una review strategica delle commesse nel settore infrastrutturale, dalla valutazione degli effetti dei maggiori prezzi delle materie prime sui costi a vita intera delle commesse, dalla svalutazione di alcuni attivi finanziari e dell’avviamento delle controllate Vard e U.s.a. Fincantieri Marine Group. La posizione finanziaria netta, a debito per euro 3.296 milioni, è coerente coi volumi produttivi semestrali e con il piano di consegne con 5 unità nella seconda metà dell’anno. L’analisi della relazione finanziaria tiene conto anche dell’andamento operativo del Gruppo Fincantieri, il cui carico di lavoro complessivo è di euro 34,6 miliardi: a testimoniare i volumi di produzione a livelli record le 8,6 milioni di ore lavorate nel semestre, rispetto alle 8,4 milioni del primo semestre dello scorso anno. Nel periodo di riferimento sono state consegnate 8 navi da 5 stabilimenti, mentre nel prossimo semestre sono previste le consegne di 5 navi da crociera. Quanto allo sviluppo sostenibile, dopo la linea di credito per garanzie fino a 700 milioni di euro concessa da Bnp Paribas, Fincantieri ha sottoscritto un finanziamento “sustainability linked” per un importo massimo di 500 milioni di euro. In questa direzione depongono anche la futura installazione di 22.000 pannelli fotovoltaici in cinque siti produttivi e la firma di un Memorandum of Agreement con Msc per la costruzione di due navi da crociera di lusso alimentate a gas naturale liquefatto. Fincantieri è anche coinvolta in “Important Project of Common European Interest”: si tratta di un progetto sullo sviluppo dell’energia ad idrogeno, per cui la Commissione Europea stanzierà fino ad un totale di euro 5,4 miliardi di aiuti pubblici. Voci riconducibili allo sviluppo sostenibile sono anche lo sviluppo ed installazione di un Biomass Calibration Transponder per il satellite Biomass dell’Agenzia Spaziale Europea da parte di Fincantieri NexTech e l’inaugurazione del primo asilo aziendale a Trieste, che accoglierà 38 bambini, figli di dipendenti Fincantieri e di lavoratori delle ditte dell’indotto. Per quanto concerne il rating e i premi di sostenibilità, Cdp ha assegnato al Gruppo il rating A- per l’impegno profuso nella lotta al cambiamento climatico e nella classifica “Supplier Engagement Rating”. Fincantieri è stata poi posizionata da Sustainalytics nella fascia “Low Risk”, al 6° posto su 121 fra le società “Heavy Machinery and Trucks”. [a.t.]

 

 

 

 

 

 

 

Ultime notizie

Dello stesso autore