23.7 C
Gorizia
venerdì, 19 Agosto 2022

Il palazzo di Poste Italiane a Gorizia incluso nelle “belle poste”

02.08.2022 – 07.30 – Caratteristica del profilo architettonico della città, il palazzo di Corso Verdi a Gorizia, sede delle Poste, è stato inserito nel volume artistico Le belle poste. Palazzi storici delle Poste Italiane, edito da Franco Maria Ricci nell’occasione del 160esimo anniversario dalla fondazione di Poste Italiane. Il testo raccoglie schede tecniche, immagini e approfondimenti sui palazzi postali d’Italia, che da sempre costituiscono dei punti di riferimento sul territorio nazionale. I palazzi delle Poste Italiane, spesso opere d’autore, sono parte di un patrimonio che ha saputo riflettere i cambiamenti degli ultimi due secoli, in particolare nel periodo incluso tra la fine dell’Ottocento e il secondo dopoguerra.
Il palazzo delle Poste di Gorizia è stato progettato da Angiolo Mazzoni tra il 1929 e il 1930, e inaugurato nel 1932, ed è chiara espressione dell’autorevolezza architettonica del razionalismo sorto durante l’epoca del regime fascista. Caratteristiche di questa corrente architettonica sono le linee semplici e funzionali, che permettono di percepire gli elementi strutturali parte di un unicum coerente. Mazzoni si ispirò allo stile imperiale austriaco per la progettazione del palazzo di Corso Verdi, che oggi custodisce diverse opere al suo interno, tra cui spicca il mosaico di Matilde Festa Piacentini, moglie dell’architetto Marcello Piacentini, che raffigura San Cristoforo.

[g.p.]

Ultime notizie

Dello stesso autore