8.7 C
Gorizia
martedì, 29 Novembre 2022

Gorizia, 74 persone vaccinate alla casa di riposo Culot

12.01.2021 – 17.13 – Sono partite le prime vaccinazioni anti Covid-19 a Gorizia. Se al San Giovanni di Dio è tutto pronto per la somministrazione di oltre 200 dosi  fra domani e giovedì, nella casa di riposo comunale “Culot” si sono “portati avanti” e la terapia per immunizzarsi dal virus è già stata inoculata a 54 persone, ovvero i 37 ospiti e i 17 operatori che hanno dato il consenso. “Sono molto contento per questa prima “ondata” di somministrazioni – ha commentato il sindaco, Rodolfo Ziberna-, perché, anche se la nostra casa di riposo non ha mai registrato casi positivi fra gli ospiti la vaccinazione deve essere fatta il più presto possibile in quanto si tratta comunque di persone ad alto rischio che necessitano di una tutela prioritaria. Colgo l’occasione per ringraziare il personale tutto ma anche le famiglie che, comunque, non hanno mai abbandonato i loro cari seguendoli attraverso il telefono e le videochiamate.  Domani e giovedì si procederà con le vaccinazioni al San Giovanni di Dio dove sono prenotati oltre 200 operatori sanitari e assistenziali. Come ho avuto modi di dire più volte il problema vero è la disponibilità dei vaccini che non sono ancora sufficienti per tutta la popolazione. Mi auguro davvero che il reperimento avvenga in tempi brevissimi per riuscire frenare, finalmente, questa epidemia che sta mettendo in ginocchio l’umanità impedendoci di vivere una vita vera, ai giovani di andare a scuola ma anche di frequentarsi e ai familiari, parenti e amici di abbracciarsi. Non si riesce praticamente neppure a prendere più un caffè seduti al tavolino di un bar. Senza parlare dell’economia sempre più in affanno. Per questo invito tutti a vaccinarsi e chi ha dei dubbi si informi dal proprio medico perché in questo momento davvero non ci sono alternative”. Sulla stessa lunghezza l’assessore al welfare, Silvana Romano, che annuncia anche l’arrivo della cosiddetta “stanza degli abbracci” che consentirà, finalmente, agli ospiti di poter riabbracciare i propri cari. Sarà attivata nei prossimi giorni. “La casa di riposo “Culot” rappresenta senz’altro un’eccellenza in ambito assistenziale– rimarca l’assessore- e anche in questo periodo ci sono nuovi arrivi , con procedure che assicurano la massima sicurezza. La vaccinazione metterà i nostri ospiti e gli operatori al sicuro dal contagio e, mi auguro, consentirà nuovamente di riaprire alle visite dei propri cari”.

c.s

Ultime notizie

Dello stesso autore