Vaccini anti-Covid nei multisala: la proposta del Circuito UCI Cinemas

29.01.2021 – 09.52 – Sebbene allo stadio attuale il problema non sia di disporre di luoghi dove distribuire i vaccini, quanto piuttosto la (scarsa) disponibilità degli stessi, continuano a moltiplicarsi le istituzioni e le imprese che offrono i propri spazi. L’ultima che si aggrega in questo campo è UCI Cinemas, a fronte di un evidente blocco del settore cinematografico da mesi.
Il Circuito, che dispone di due cinema in Friuli Venezia Giulia, rispettivamente a Fiume Veneto e Villesse, sta contattando le autorità sanitarie regionali e locali per aprire loro le porte delle multisale, in modo che possano essere utilizzate come ulteriori sedi nella campagna di vaccinazione. Le strutture dei cinema sono spaziose, arieggiate e condizionate.

Nonostante le multisale siano chiuse al momento, erano state riaperte al pubblico l’estate scorsa, con tutti gli sforzi necessari per implementare le misura di sicurezza, come il controllo dei flussi di accesso e di uscita per evitare assembramenti, il distanziamento sociale sia negli spazi comuni che negli auditorium, la presenza di dispenser di gel sanificante, ecc.

È importante sottolineare che i cinema dispongono della capacità elettrica necessaria per gestire la cura dei pazienti e fornire l’energia richiesta dai congelatori per il mantenimento dei vaccini. UCI Cinemas conta 42 cinema con più di 400 sale di diversa capienza, sparse in tutta Italia. Pertanto, potrebbe sostenere la maggior parte delle regioni. Tutti i cinema UCI sono ben collegati con i trasporti pubblici e sono dotati di aree di parcheggio, dato che la maggior parte sono situati in centri commerciali.
Allo stadio attuale UCI Cinemas sta attualmente contattando le autorità sanitarie in Italia per raggiungere un accordo anche con l’Italia.

[i.v.]