Tokyo 2021, Bach (CIO): “Una dose di vaccino cinese a tutti gli atleti olimpici”

12.03.2021 – 14.26 – Una dose di vaccino cinese anti Covid-19 (Sinovac e Sinopharm) a tutti gli atleti che si accingono a prendere parte ai giochi olimpici di Tokyo 2021 e a quelli invernali di Pechino 2022. Questo è l’annuncio fatto dal Comitato Olimpico Internazionale in seguito alla riunione del Congresso Elettivo dei vertici olimpici internazionali i quali hanno convenuto per la rielezione a Presidente dell’ex schermitore tedesco, Thomas Bach. “Il Comitato Olimpico Cinese – ha annunciato il numero uno del CIO – ha fatto un’offerta per mettere a disposizione dei partecipanti dosi di vaccino aggiuntive per le prossime olimiadi estive ed invernali e noi le acquisteremo per tutti i team”.

Il CIO, secondo le prime indiscrezioni, non prevederà l’obbligo di vaccinazione per gli atleti che si recheranno nella capitale del sol levante, ma si impegnerà a promuovere la vaccinoprofilassi ai comitati olimpici di tutte le nazioni partecipanti.

L’iniziativa promossa dal CIO, nelle scorse ore ha già riscontrato grande approvazione da parte dei Comitati Olimpici Nazionali e dei loro rispettivi atleti. In Italia, le prime dichiarazioni in merito sono giunte dal nuotatore carpigiano Gregorio Paltrineri il quale ha dichiarato: “Sono super d’accordo per il vaccino cinese che ha proposto il CIO agli atleti olimpici che gareggeranno a Tokyo 2021. Aspettavo una dichiarazione del genere, secondo me è molto importante”.

“Noi dei gruppi sportivi militari
 – ha continuato Paltrinieri, nuotatore in forza nelle Fiamme Oro della Polizia di Stato, ora nella bolla di Doha per partecipare alle World Series di lunga distanza in acque libere – ci stiamo iniziando già a vaccinare in quanto componenti dei corpi militari e delle forze dell’ordine. In Italia la maggior parte degli atleti fa parte dei gruppi sportivi militari, per noi è una doppia possibilità che non va fatta scappare. Io mi vaccinerò di sicuro, ma penso tutti”.

Nella giornata di ieri, inoltre, la saltatrice in alto pordenonese, Alessia Trost, portacolori delle Fiamme Gialle, ha ottenuto la prima dose del vaccino Astra Zeneca a Roma, punto in cui ha sede il suo gruppo sportivo della Guardia di Finanza. L’azzurra friulana ha poi voluto lanciare un appello a tutti i suoi colleghi e sostenitori: “Vaccinatevi; facciamolo per noi stessi e per gli altri” – ha dichiarato ai microfoni del quotidiano locale Messaggero Veneto.