11.8 C
Gorizia
martedì, 6 Dicembre 2022

A Turriaco il ritrovamento di un sepolcreto romano, Bullian: «Il pannello esplicativo un piccolo segnale di attenzione»

11.04.2021 – 15.39 – Il sindaco di Turriaco, Enrico Bullian, sostiene che il panello esplicativo, sistemato in via Roma nei pressi del sepolcreto romano del paese (venuto in luce nel 2019), rappresenti un piccolo segnale di attenzione verso il suo ritrovamento. Il primo cittadino ne ripercorre le tappe. Le quattro tombe romane “alla cappuccina” (il corpo del defunto veniva composto su un piano di mattoni e protetto da una copertura fatta di “tegoloni” disposti a doppio spiovere secondo la modalità destinata a chi apparteneva ai ceti bassi in età imperiale) parzialmente conservate sono state rivenute ad aprile 2019, durante i lavori di manutenzione urbana. Lo scavo archeologico è stato condotto dagli esperti della Soprintendenza Archeologica Regionale, che hanno recuperato i resti di quattro corpi seppelliti e i frammenti di alcune lucerne – le quali hanno permesso di datare le tombe tra il I ed il III secolo dopo Cristo – che formavano il corredo funerario. Gli archeologi, inoltre, hanno ipotizzano che l’area sepolcrale continui sia verso sud – sotto una casa e relative pertinenze rimaste inalterate dall’Ottocento –  sia verso nord sotto un campo ad uso agricolo, ma solo nuove indagini potrebbero confermare l’ipotesi.

Il sepolcreto ha notevole valore scientifico in quanto fino ad ora il territorio di Turriaco si è dimostrato povero di rinvenimenti archeologici; tale carenza è da imputarsi, in gran parte, alle frequenti e disastrose alluvioni dell’Isonzo che nel passato hanno cancellato le tracce della presenza umana. Il ritrovamento, infine, è di grande importanza non solo per il paese, ma in generale per lo studio degli insediamenti minori di Aquileia lungo le vie di collegamento con la metropoli romana.

a.b

Ultime notizie

Dello stesso autore