22.2 C
Gorizia
venerdì, 19 Agosto 2022

Aspettando il Giro: Gorizia si veste di rosa

06.05.2021 – 15.02 – Vent’anni dopo l’ultima volta, il Giro d’Italia torna far tappa a Gorizia. La città rivivrà atmosfere ed emozioni provate nel maggio 2001, quando l’undicesima tappa, partita da Bled (Slovenia), giunse in piazza Vittoria, premiando l’assolo dello spagnolo Pablo Lastras e applaudendo in rosa Dario Frigo. La giornata clou sarà sicuramente domenica 23 maggio, quando la quindicesima tappa, la Grado-Gorizia, si concluderà con il taglio del traguardo nella piazza principale. La marcia della città verso quel momento sarà scandita da tantissime iniziative collaterali, pensate per coinvolgere i goriziani nel clima del grande evento, pur nelle limitazioni legate alla pandemia.

Si parte già sabato prossimo con l’inaugurazione delle vetrine dei negozi e dei locali del centro tinte di rosa e allestite per omaggiare il Giro d’Italia e le iniziative che si concentreranno soprattutto in via Rastello grazie ai progetti dell’associazione che porta lo stesso nome. Tra queste, giochi per la sensibilizzazione dei bambini al tema del riuso e riciclo; la vendita benefica di speciali divise di Zegla per raccogliere fondi da destinare all’ospedale infantile Burlo Garofalo di Trieste ed esposizioni ed incontri con gli autori.

Lunedì prossimo, alle 18, il Teatro Verdi ospiterà la serata di gala dove la tappa Grado-Gorizia verrà presentata nel dettaglio. Il teatro sarà anche la cornice dell’omaggio della città ad alcuni dei suoi volti più celebri del mondo del calcio, con un talk show a cui parteciperanno Giorgio Puja, Edy Reja, Fabio Capello, Bruno Pizzul e, in collegamento a distanza, Dino Zoff. Anche piazza Transalpina sarà protagonista con “Liberi in movimento”, una mostra di disegni che coinvolgerà artisti in erba italiani e sloveni, tra i quali anche quelli di alcune scuola dell’infanzia, degli asili nidi e delle elementari della città.

Domenica spazio alle due ruote con una ciclopedalata amatoriale che porterà gli amanti della bicicletta a percorrere il tracciato del circuito rosa ma senza ripetere il tratto tra Collio e Brda. Domenica 23, le squadre impegnate nel Giro-E, la corsa con le biciclette a pedalata assistita, che ricalca il percorso programmato per la carovana rosa, taglieranno il traguardo di piazza Vittoria qualche ora prima dell’arrivo dei ciclisti in gara.

«Questo 2021 è l’anno in cui prenderanno forma tutti quei progetti e quelle iniziative che porteranno Gorizia a vestire i panni di una Capitale europea, quella della cultura nel 2025. – commenta il sindaco, Rodolfo Ziberna – E l’esordio non poteva essere dei migliori: ospitare in città una tappa dello storico e amatissimo Giro d’Italia ci rende orgogliosi ed entusiasti. Sarà una vetrina straordinaria, offerta dal più importante evento sportivo italiano in termini di ricadute turistiche e d’immagine, che ci darà la possibilità di presentare il nostro territorio e le sue attrattive. Gorizia è una città amica della bicicletta. Ci stiamo attrezzando, anche attraverso il Gruppo europeo di cooperazione territoriale (Gect), di dotare il territorio di una vasta rete di piste ciclabili che collegheranno il centro della città con lo splendido ambiente naturale che ci circonda». Saranno percorsi suggestivi che «faranno scoprire e riscoprire a tutti gli appassionati di bicicletta, e non solo, il nostro territorio straordinario».

a.b

 

Ultime notizie

Dello stesso autore