26.1 C
Gorizia
giovedì, 11 Agosto 2022

A Gorizia arriva Mail Boxes Etc, la nuova iniziativa imprenditoriale al servizio della transizione digitale

26.05.2021 – 18.28 – MBE Worldwide S.p.A., azienda italiana con sede centrale a Milano, offre soluzioni per spedizioni, logistica, stampa e marketing a piccole e medie imprese e clienti privati, attraverso una rete di Centri Servizi in franchising e di proprietà. I Centri MBE facilitano le attività di imprenditori, aziende e privati attraverso un network di distribuzione di facile accesso, che fornisce servizi e prodotti personalizzati con un livello distintivo e unico di attenzione al cliente. MBE opera sotto diversi marchi: Mail Boxes Etc., AlphaGraphics, PostNet, Spedingo.com, Print Speak, Pack & Send e Multicopy e la sua rete globale conta attualmente più di 2mila 800 Centri Servizi in cinquantatre paesi.

A Gorizia il business dell’e-commerce è al centro delle politiche di sviluppo dell’economia del territorio. In linea con la tendenza nazionale, che – in particolare in concomitanza con l’inizio della pandemia – ha visto espandersi in misura notevole il mercato degli acquisti online, nel capoluogo isontino, sono state realizzate iniziative imprenditoriali ispirate al potenziamento del commercio elettronico anche a fronte del grande impulso che sta avendo la transizione digitale.

Uno tra gli esempi virtuosi più recenti è l’apertura, avvenuta nel mese di aprile, del nuovo Centro Servizi ad insegna Mail Boxes Etc. in Corso Italia, da parte di due cittadini originari delle province di Pordenone e Udine, che hanno deciso di compiere l’importante passo imprenditoriale. Cristian Segato e David Milocco sono i titolari del nuovo Centro MBE. La loro attività si inserisce in un contesto territoriale che incentiva la digitalizzazione delle piccole e medie imprese (PMI) iscritte all’albo degli artigiani. Infatti, a loro sono riservati i contributi a fondo perduto, stanziati dalla Regione Friuli Venezia Giulia nel 2021, per sostenere le spese legate alla nascita di nuovi canali e-commerce.

“Favorire l’innovazione delle aziende locali e regionali significa creare nuove opportunità e sviluppare una serie di servizi all’insegna dell’efficienza dei processi che il nostro Centro vuole favorire. In MBE ci impegniamo quotidianamente nella messa a punto di servizi digitali innovativi e nell’ulteriore potenziamento funzionale e tecnologico delle nostre soluzioni per il business. Con la nuova estenzione MBE e-link ad esempio, che collega i siti di e-commerce e i sistemi MBE, anche le vendite effettuate su Amazon e eBay possono essere gestite tramite il nostro Centro”, afferma Segato.

Accanto ai servizi strategici per le aziende nell’ambito della logistica e delle spedizioni, Il Centro MBE di Gorizia nasce con l’obiettivo di diventare un partner per le realtà che hanno la necessità di implementare il loro business online, grazie alle diverse soluzioni disponibili per gestire in modo completo le spedizioni e la logistica di un e-commerce. “Il Network MBE opera su scala mondiale, per cui possiamo contare su un brand affidabile e un’organizzazione solida che ci affianca e supporta sotto molteplici punti di vista in questa esperienza professionale”, spiega il pordenonese.

Prima di avviare l’attività in franchising con MBE, Cristian e David hanno maturato esperienze nel settore della logistica. “La situazione d’emergenza creatasi con la pandemia ci ha insegnato ad affrontare e gestire il lavoro di spedizioni e consegne superando numerose difficoltà, imparando a organizzare le attività delle persone in modo diverso. In questo senso si è trattato di un periodo formativo che, pur nella complessità del momento, ha permesso di affinare competenze e capacità. Ho capito così di poter fare il grande passo e assumermi la responsabilità di avviare un’iniziativa imprenditoriale autonoma”, aggiunge Segato.

Milocco, Solution Manager all’interno del Centro MBE, conclude: “Trovandosi in una zona di confine, il nostro Centro potrà costituire un punto di riferimento per le attività logistiche verso i mercati esteri. L’economia della provincia di Gorizia è infatti profondamente caratterizzata dalla sua collocazione sul confine con la Slovenia, dunque si pone come naturale sbocco per le attività di import-export da e verso questo territorio. Crediamo, infine, che nuove opportunità e sinergie nasceranno per le aziende del territorio grazie alla scelta di Gorizia e Nova Gorica come Capitale europea della Cultura 2025 e noi siamo pronti ad affiancarle nell’espansione del business di tutti i loro attori imprenditoriali”.

c.s

Ultime notizie

Dello stesso autore