Comitato “Sì aboliamo la caccia”: poco più di un mese per raccogliere 500.000 firme

11.09.21-08.30-Manca poco più di un mese per riuscire a raccogliere le 500.000 firme necessarie per proporre il referendum promosso dal Comitato Si aboliamo la caccia. Per firmare è possibile: rivolgersi agli uffici anagrafe/elettorali dei Comuni di tutta Italia, ai banchetti autorizzati e ora anche online. A Monfalcone i prossimi banchetti si svolgeranno, sempre in Piazza della Repubblica, dalle ore 9.00 alle 13.00, nei sabati 11-25 settembre e 2-9 ottore.

“Potremo essere il primo Paese a vietare una pratica violenta non necessaria, che ogni anno uccide tanti animali, inquina l’ambiente e mette in pericolo vite umane. Firmare è il primo passo, è darsi la possibilità di scelta.” spiega Serena Storni del Comitato Nazionale Abolizione Caccia. “Le firme servono per proporre il referendum dove poi si sceglierà cosa votare. Con il “sì” aboliamo alcuni articoli della legge 157/92 che consentiranno di abrogare la caccia e tutelare la fauna selvatica oppure, con il “no”, lasciamo tutto così com’è. Nella legge 157/92, dai buoni propositi iniziali, all’art. 1, I° comma, dichiara che la fauna selvatica è patrimonio indisponibile dello Stato, salvo poi disciplinarne la “sottrazione”, con modalità che sono diventate via via più invasive e sfacciate nei confronti dei cittadini italiani.”

Nella foto: le parlamentari Alessandro Maiorino e Orietta Vanin a sostegno della raccolta firme per il Comitato Si aboliamo la caccia.

C.s.