Raugna, Fossalon: “Ponte sul Golamento, offerta una soluzione rapida”

25.09.21-08.10-Ieri mattina, 24 settembre, il Sindaco di Grado, Dario Raugna, con l’assessore ai Lavori Pubblici Fabio Fabris, il Vicesindaco Matteo Polo e una rappresentanza dei candidati a suo sostegno tra cui Mara Meneghello, Michele di Leo di Fossalon (e Laura Zanella che è nata e cresciuta nella frazione agricola) sono stati presenti simbolicamente con alcuni cittadini presso il cantiere di via Istria sul canale Golameto, crollato lo scorso 5 agosto.

In Consiglio Comunale – con i voti favorevoli della maggioranza e il voto contrario di Medeot e Delbello e l’astensione di Kovatsch, Marchesan e Borsatti – è stato portato nell’aggiornamento del piano triennale dei lavori pubblici anche l’investimento di 500 mila euro per la realizzazione del ponte sul Golameto. “Già il giorno dopo il crollo abbiamo incaricato un professionista per definire l’intervento di massima” – ha dichiarato il Sindaco a Fossalon. “A un problema abbiamo subito offerto una soluzione rapida con il ripristino della viabilità il prima possibile attraverso la posa di un ponte prefabbricato, per poter far transitare anche i mezzi agricoli. Grazie a quanto finanziato dal Comune, ora seguirà una progettazione dell’intero manufatto che non è solo viabilistica ma anche idraulica, in collaborazione con la Regione”.

Prosegue il Sindaco: “Questo nostro intervento è segno dell’importanza che vogliamo dare a Fossalon pur tenendo conto che le cose da fare qui sono tantissime. Alcune sono già in corso, come la riqualificazione dell’ex Villa ERSA che attraverso i fondi europei ottenuti con il Piano di Sviluppo Rurale diventerà un centro studi all’avanguardia per giovani studenti dell’istituto tecnico agrario Brignoli di Gradisca d’Isonzo coadiuvati dalla facoltà di scienze agrarie dell’Università di Udine per portare giovani sul territorio, che per studi intrapresi sono votati a questo mondo e contribuiranno a rigenerare il tessuto sociale di Fossalon. Congiuntamente a questo verranno attivati percorsi scuola-lavoro per far sì che questi ragazzi entrino nelle aziende locali. I percorsi avviati in questi cinque anni daranno presto i loro frutti. Compito della prossima amministrazione continuare lungo la strada intrapresa”.

c.s.