Il Kulturni dom di Gorizia si perde nelle “AlienAzioni” di Michele Santoro

04.11.2021-08.30 – La quarta edizione di AlienAzioni prosegue con due appuntamenti tra i più attesi del festival organizzato da Gorizia Spettacoli.

Venerdì 5 novembre debutta al Kulturni dom, alle 20.30, una nuova produzione realizzata appositamente per il festival: “Caravaggio”, spettacolo scritto, diretto e interpretato da Giorgio Amodeo, con la partecipazione di Antonietta D’Alessandro, Raffaella Munari, Marilisa Trevisan e Valentina Verzegnassi.

“Caravaggio”

Il racconto biografico della travagliata esistenza e delle rocambolesche vicissitudini del grande pittore verrà proposto attraverso le proiezioni dei suoi quadri, che saranno i veri protagonisti dell’evento, assieme alle sue modelle, le più belle e richieste prostitute e cortigiane della Roma papale, che lui non si preoccupava di rappresentare ed esibire nei suoi dipinti, perfino nei panni della Madonna, suscitando grande, inevitabile scandalo.

La prevendita per “Caravaggio” è attiva alla libreria LEG (corso Verdi n. 67, Gorizia; 0481.33776).

Sempre al Kulturni dom, sabato 6 novembre, alle 21.15, sarà invece la volta di un incontro con uno tra i giornalisti e conduttori televisivi più noti: Michele Santoro, infatti, parteciperà alla kermesse, trattando un tema dal titolo “L’emergenza infinita”. In questo caso, l’ingresso è libero e gratuito. C’è la possibilità di prenotarsi inviando una richiesta a [email protected].

Nell’occasione, Santoro parlerà dei cambiamenti intervenuti in questi tempi recenti nel mondo dell’informazione e non mancherà di soffermarsi su come i mass media hanno affrontato l’argomento. Inoltre, parlerà, naturalmente, dell’emergenza legata alla pandemia. Troverà poi ampio spazio il suo ultimo libro di 400 pagine uscito quest’anno per i tipi di Marsilio: “Nient’altro che la verità”, un racconto che segna il ritorno di un maestro del giornalismo rileggendo trent’anni di storia del nostro Paese tra segreti e depistaggi, mafia e antimafia, politica e potere.