Primi finanziamenti per le case “Pater” a Ronchi

22.11.21-10.30-La lista civica “Insieme per Ronchi” comunica il passo avanti del progetto di riassetto e di rigenerazione urbana del rione delle case “Pater” a Ronchi dei Legionari. Il piano prevede 80/90 alloggi da destinare a locazione permanente rispettando i parametri chiesti dal Ministero, tra i quali consumo di suolo zero, efficientamento energetico, adeguamento antisismico e superamento delle barriere architettonici. Più precisamente, nei giorni scorsi, la giunta comunale ha approvato un atto di indirizzo e di condivisione di una prima proposta presentata dal servizio dal servizio urbanistica e pianificazione urbanistica. Un progetto, che considera un primo intervento su una zona in cui ci sono tante “casette” ormai abbandonate da anni, che è già stato presentato ai vertici dell’Ater ed alla commissione urbanistica e che, nei prossimi mesi, sarà oggetto di una più ampia condivisione tra i vari soggetti interessati.

A ben promettere è il fatto che all’Ater è stata ammessa ad un finanziamento statale di 2.921.180 euro e ad uno regionale di circa 585mila per la realizzazione di 16-20 alloggi e per il potenziamento delle infrastrutture presenti nell’area. Il servizio urbanistica ha elaborato un’ipotesi progettuale con una suddivisione di aree tra Ater e Comune, ma anche proponendo la realizzazione di alcuni collegamenti ciclopedonali, la nuova viabilità di quartiere che si svilupperà sempre da via Matteotti ed anche servizi come un poliambulatorio. Successivamente, un masterplan e un piano particolareggiato entro il 2023. Il sindaco Vecchiet afferma di non voler sconvolgere i piani e per questo verrà ridotta la cubatura edificabile dagli attuali 140mila metri cubi a 70-80mila al massimo.

Si ricorda che dei 112 alloggi presenti solo la metà, oggi, è abitata.

m.p.