Ronchi, il sindaco Vecchiet approva la procedura di richiesta del titolo di “Città”

25.11.21-09.30- Approvata in consiglio comunale a Ronchi dei Legionari la procedura di richiesta per l’attribuzione del titolo di “CITTA'” a Ronchi dei Legionari. Il sindaco Livio Vecchiet, come comunicato da Insieme per Ronchi, presenta quindi la richiesta alla Regione Friuli Venezia Giulia elencando varie motivazioni, tra le quali: i borghi fortificati, ovvero i Castellieri; la citazione di Ronchi per la prima volta nella storica donazione del 967 d.C. dell’imperatore Ottone I a favore del Patriarca di Aquileia; le alture carsiche che sono state teatro delle battaglie della prima guerra mondiale; il gemellaggio con la slovena Metlika per le lotte partigiane della seconda guerra mondiale; ecc.

Fino al 1923 la cittadina si chiamava semplicemente “Ronchi” e deve il suo nome attuale ai legionari radunati in paese da Gabriele d’Annunzio il 12 settembre 1919 -marcia di Ronchi- e che da qui partirono dando il via all’impresa di Fiume. Il 9 ottobre 1923, quindi, il Consiglio Comunale approvò la proposta di chiedere alle autorità competenti di sostituire il nome di Ronchi di Monfalcone -nome usato da giugno a settembre 1923- con quello di Ronchi dei Legionari, ufficializzato il 2 novembre 1925 .

Oggi Ronchi dei Legionari comprende anche Vermegliano, Selz, San Vito e Soleschiano, conta 11.900 abitanti circa.

m.p.