19.7 C
Gorizia
venerdì, 27 Maggio 2022

La Rosa di Gorizia torna a tavola fino al 5 febbraio

18.01.22-08.30-L’associazione Gorizia a Tavola, che raggruppa numerosi locali e ristoranti della cittadina, ha deciso di usare la Rosa di Gorizia per le creazioni culinarie dei vari menù che avverranno con 7 appuntamenti fino al 5 febbraio in vari locali goriziani. Appoggiato nell’iniziativa dall’amministrazione comunale, il programma è stato presentato nei giorni scorsi all’assessore alle attività produttive, Roberto Sartori. Il sindaco Ziberna commenta: “La ristorazione goriziana sarà protagonista di GO! 2025″ C’è tanta voglia di ripartire. Di più. C’è voglia di stupire. Una cosa che sanno fare bene i ristoratori goriziani con i loro piatti unici, che racchiudono la storia della città e l’incrocio di culture e di cucine che da secoli la caratterizza.”

La Rosa di Gorizia è una varietà locale di radicchio con caratteristico colore rosso intenso tipica della zona in questione; caratteristica è la sua forma che assomiglia, appunto, ad una rosa. Essa è pregiata per la sua bellezza e per il suo sapore leggermente amarognolo, proprio per questo conosciuta come ‘il radicchio più costoso al mondo’ e riconosciuta come PAT (Prodotto Agroalimentare Tradizionale). Una varietà diversa è il Canarino, di colore giallo, con striature scarlatte e sapore più delicato. Coltivata tra Gorizia e Salcano (oggi Slovenia), in passato era uno dei prodotti più sicuri durante la stagione invernale. La sua storia risale ai tempi degli Asburgo, ma le prime fonti scritte comparvero nel volume “Gorizia – la Nizza austriaca” del 1873.

[m.p.]

Ultime notizie

Dello stesso autore