19.3 C
Gorizia
mercoledì, 28 Settembre 2022

Ferragosto alla (ri)scoperta della provincia di Gorizia: suggerimenti last minute per non restare a casa

15.08.2022 – 07.15 – A chiunque sarà capitato almeno una volta di arrivare al giorno di Ferragosto con le idee non troppo chiare su cosa fare e senza aver organizzato nulla di concreto. Ecco quindi una panoramica sulle proposte per un 15 agosto ‘all’ultimo minuto’ sul territorio goriziano.

A due passi dal centro di Gorizia: il Parco Piuma

A due passi dal centro del capoluogo isontino, in un angolo che si estende per 32 ettari tra il Monte Calvario e la riva destra del fiume Isonzo, si inserisce il Parco Piuma.

La zona, caratterizzata da una considerevole varietà di flora e di fauna, fornisce al visitatore la possibilità di trascorrere del tempo seguendo un percorso di tipo ‘didattico-naturalistico’ in cui vengono rese note le specie che popolano questa fiabesca macchia boschiva – come cinghiali, caprioli, volpi, lepri e scoiattoli – anche grazie all’installazione di pannelli didattici lungo il cammino. Un’area particolarmente suggestiva dal punto di vista faunistico, quindi, che risulta essere perfetta per trascorrere una giornata all’insegna del contatto diretto con la natura.

Un luogo ideale non soltanto per interrompere la stressante routine giornaliera ma anche un momento da dedicare allo sport e alla compagnia di famiglia e/o amici. Il territorio, infatti, è attrezzato per il trekking e comprende anche un percorso ginnico. Inoltre, lungo il fiume è possibile praticare il kayak e la canoa. Per concludere la giornata tra risate e compagnia, all’interno del parco sono disposte numerose aree attrezzate per il ristoro con griglie all’aperto.

Conoscere cantine e vigneti: la Strada della Ribolla

Un percorso gustoso che unisce la passione per le due ruote a quella del buon vino andando a conoscere la collina di Oslavia: un territorio poco esteso al confine tra la città di Gorizia e la vicina Slovenia diventato patria degli Orange Wines, i vini macerati.

Dolci pendenze e tratti asfaltati molto semplici da percorrere la rendono la terra ideale per un cicloturista che vuole abbinare la scoperta della natura a una piacevole pedalata. Tra i vigneti, una tradizione tessuta con precisione: quella del vino macerato, un sapere tramandato di generazione in generazione. Sulla Strada della Ribolla di Oslavia, 7 panchine arancioni annunciano l’ingresso alle diverse aziende vinicole distribuite per i circa 5 chilometri che collegano il capoluogo isontino al comune di San Floriano: la cantina di Dario Princic, La Castellada, Primosic, Fiegl, Gravner, Radikon e Il Carpino. Ognuno di loro ha il suo stile, il suo metodo di macerazione e di affinamento, con i suoi tempi, ed è proprio questo il bello, ogni Ribolla macerata ha un carattere tutto suo.

Tra Futurismo e l’Adriatico: il Novecento a Monfalcone

Un ottimo metodo per sfuggire al caldo afoso di Ferragosto è ripararsi tra le mura del Museo della Cantieristica e della Galleria Comunale che durante il corso della giornata terranno le loro porte aperte proponendo ai visitatori mostre e approfondimenti culturali.

Fino al 25 settembre, infatti, sarà possibile esaminare le oltre ottanta opere – tra aeropitture e altri dipinti a soggetto futurista uniti a bassorilievi, polimaterici e grafiche – della mostra ‘Crali aeropittore, sempre futurista’ scelte dallo stesso artista come sintesi rappresentativa della sua produzione. La mostra, a ingresso gratuito, è visitabile nei seguenti orari: lunedì e mercoledì dalle 10 alle 13, venerdì, sabato e domenica dalle 10 alle 13 e dalle 18 alle 23. Le visite guidate si tengono invece alle 11, alle 18.30 e alle 21.30. Il giorno di Ferragosto, dalle 10 alle 13. Per informazioni e prenotazioni: [email protected] o 0481 494177 / 371.

Proseguono le visite anche al MuCa, il Museo della Cantieristica di Monfalcone, che rimarrà aperto con il consueto orario: lunedì, venerdì, sabato e domenica dalle 10 alle 19. Fino al 18 settembre sarà ospitata la mostra ‘Pier Paolo Pasolini e l’Adriatico: si sta costruendo la prima nave del mondo’, realizzata nell’ambito del progetto ‘Pasolini, il viaggio magico nell’Adriatico fra immagini, cinema, arte e letteratura’. Per informazioni e prenotazioni: [email protected] o 0481 494901.

[a.b]

Ultime notizie

Dello stesso autore