14.6 C
Gorizia
venerdì, 7 Ottobre 2022

Gradisca capitale della multimedialità urbana. Arriva In\Visible Cities

06.09.2022 – 12.20 – Teatro, danza, musica, spettacoli interattivi, performance itineranti: per cinque giorni Gradisca d’Isonzo diventa capitale della “multimedialità urbana” ospitando l’ultima tappa di In\Visible Cities che dal 7 all’11 settembre invaderà strade, piazze, giardini, cortili, teatri e sale istituzionali, accompagnando il pubblico alla scoperta dei linguaggi artistici contemporanei.
Una programmazione ricchissima all’interno della quale confluirà anche la rassegna “ARS. Arti Relazioni Scienze”. La giornata di domani, la prima del festival, sarà interamente dedicata proprio al rapporto fra arte e scienza, alla loro capacità di comunicare e fondersi per cercare di esplorare temi sempre più urgenti, come quello del cambiamento climatico. Così la mostra “Il mare si fa in 7” inaugurata alle 18.30 nell’atrio del Municipio e promossa congiuntamente con OGS e l’Area marina protetta di Miramare; lo spettacolo di danza contemporanea “Cartografia dello smarrimento”, della monfalconese Giulia Bean, alle 19.30 nel cortile di palazzo Torriani; e “Different Waves/One Wave” ambiente sonoro e visivo immersivo in sala Bergamas alle 20 saranno tre eventi che racconteranno al pubblico, con diversi linguaggi, l’impatto del cambiamento climatico sugli ambienti marini.

“Grazie alle sinergie con l’Amministrazione comunale, stiamo riuscendo a rendere la città della Fortezza un’unica grande location da esplorare e conoscere nelle sue molteplici declinazioni – ha spiegato il direttore artistico, Alessandro Cattunar – Nel corso degli anni il pubblico di In\Visible Cities decide sempre più spesso di non fruire un singolo evento, ma di immergersi nel Festival nel suo insieme, con la curiosità di scoprire artisti e linguaggi nuovi, con la disponibilità a mettersi in gioco, con il piacere di sentirsi parte di una comunità”.

[n.n]

 

Ultime notizie

Dello stesso autore