16.7 C
Gorizia
venerdì, 7 Ottobre 2022

Romans, volge al termine il tour regionale “Forma elastica. La vita è cambiamento”.

08.09.2022 – 08.30 – L’anteprima di Gorizia, realizzata in forma di gioco interattivo per i più giovani, ha dato il via al tour regionale dello spettacolo “Forma Elastica” che nelle date agostane di Castions di Zoppola, Brugnera, Fagagna e Tarvisio è stato rappresentato con successo nella sua versione integrale e inedita, capace di adattarsi a location esterne molto particolari e suggestive.
Il prossimo 10 settembre, alle 18.00, “FORMA ELASTICA. La vita è cambiamento”, tornerà nel goriziano per la tappa finale: gli spazi e le suggestioni saranno quelli della Corte interna di Casa Candussi Pasiani, sede del Centro Culturale del Comune di Romans d’Isonzo, che sostiene l’evento in collaborazione con l’Associazione Cultura Globale Dialoghi.
L’iniziativa, giunta all’ottava edizione e parte integrante della rassegna FILA A TEATRO, viene organizzata da Molino Rosenkranz con il sostegno della Regione FVG e della Fondazione Friuli.
Attraverso questa rassegna, Molino Rosenkranz ha sempre cercato di esplorare mondi, situazioni e personaggi da un punto di vista insolito dando vita ad una dimensione che restituisce una prospettiva diversa su cui riflettere.
Questa indagine porta attori, artisti e spettatori su un piano di lettura che usa alfabeti e codici di accesso capaci di farci oltrepassare la soglia dell’evidenza. Entriamo così in un nuovo paesaggio, spesso invisibile, ma essenziale.
Anche quest’anno l’Associazione culturale e compagnia tratrale di Castions di Zoppola, attiva da oltre 30 anni sul territorio nazionale, ha sviluppato un progetto multidisciplinare iniziando così il percorso di avvicinamento all’evento “Go! 2025 Nova Gorica e Gorizia Capitale Europea della Cultura 2025”.
“Forma Elastica – spiega il Presidente e Direttore artistico di Molino Rosenkranz, Roberto Pagura – unisce la performance teatrale a una componente visiva di forte impatto. Parola, immagine, gesto segnano un percorso all’aperto, lungo il quale vengono posizionate installazioni esteticamente suggestive, animate dagli artisti sulla base di testi e suoni che rimandano al concetto di elasticità, all’andare oltre la soglia, a superare un confine che molto spesso è dentro di noi.”
“Per compiere questo attraversamento – continua il Presidente – ci vengono in aiuto la fantasia, l’immaginazione, lo stupore, la meraviglia e il coraggio di cambiare punto di vista. Una mente elastica è capace di aprirsi schiudendo nuove soluzioni e opportunità.”
L’immagine di Forma Elastica si ispira anche alle opere visionarie di Niki de Saint Phalle e riprende, facendolo proprio, il messaggio che ha caratterizzato le opere dell’artista avanguardista: “Sogno di abitare uno spazio senza frontiere”.
Per la tappa finale di Romans d’Isonzo l’ingresso è gratuito e la prenotazione è consigliata compilando il form online presente sul sito www.filaateatro.it
Si consiglia di arrivare almeno 15 minuti prima dell’orario di inizio.

[cs]

Ultime notizie

Dello stesso autore