19.3 C
Gorizia
mercoledì, 28 Settembre 2022

Gorizia, è morto il regista Rinaldo Saunig: uno dei fondatori della speleologia goriziana

16.09.2022 – 07.30 – La città di Gorizia piange la morte Rinaldo Saunig, celebre regista che fece della sua arte una vera e propria fede coinvolgendo il pubblico con splendide riprese di ogni ambito della sua vita.
Video a omaggiare l’arte e il lavoro, immagini a catturare gli aspetti più suggestivi della natura o ancora le correnti di pensiero più accattivanti sono solo alcuni degli affascinanti temi trattati dal poliedrico regista.
Questo passione lo portò, essendo diventato una vera e propria istituzione del settore, a creare lo Studio R2 Ims in un periodo in cui la televisione italiana era ancora interamente concentrata a Roma.
Oltre a una gloriosa carriera professionale, Rinaldo Saunig si dedicò, insieme alla moglie Laura Gregorig, alla fondazione del Gruppo Speleologico Goriziano dando così vita a un autentico movimento dedicato al mondo della “Gorizia Sotterranea“.
L’uomo, nato proprio nel capoluogo isontino il 14 luglio del 1942, è stato sempre caratterizzato da uno spirito avventuriero, quest’indole emerse in tutti i tratti della sua vita e in particolare a partire dagli anni 60, periodo in cui insieme alla futura moglie intraprese esplorazioni lungo le grotte di tutto il Carso triestino.
Fu fondamentale il suo contributo come membro del Soccorso Alpino Sezione Speleologica, senza mai dimentica il suo notevole studio dedicato all’utilizzo dei radiotelefoni durante le operazioni di soccorso in grotta.
Per oltre dieci anni Rinaldo Saunig decise in seguito di dedicarsi all’insegnamento condividendo il proprio sapere come docente volontario presso l’Università della Terza Età di Cormons.
Ad annunciare la triste dipartita è stata la moglie che nel rispetto del volere del marito, desideroso di ricevere una cerimonia d’addio in forma laica e privata, ha reso noto l’accaduto soltanto a una settimana dalla sua morte, avvenuta il 7 settembre all’età di 80 anni.
La notizia ha scosso notevolmente l’intera comunità Isontina e in particolare Maurizio Tavagnutti che, facendo da portavoce dello storico gruppo speleologico “Seppenhoffer”, lo ha descritto amorevolmente definendolo il vero e proprio iniziatore della Speleologia a Gorizia.

[a.f.]

Ultime notizie

Dello stesso autore