10.3 C
Gorizia
giovedì, 8 Dicembre 2022

Carburanti, approvati nuovi sostegni, Singh (Lega) soddisfatto, Zanon (Futura) ha qualche dubbio

24.11.2022 – 18.00 – “Tra i beneficiari dello sconto regionale per i carburanti sono ora compresi coloro che hanno la proprietà o la disponibilità dei mezzi, ossia di autoveicoli e motoveicoli, anche in contratto di noleggio a lungo termine”.

Così, in una nota, il consigliere regionale Alfonso Singh (Lega) a proposito dell’approvazione del ddl n.175 “Modifiche alla legge regionale 11 agosto 2010, n. 14 (Norme per il sostegno all’acquisto dei carburanti per autotrazione ai privati cittadini residenti in regione e di promozione per la mobilità individuale ecologica e il suo sviluppo)”.

“Si tratta di un’importante novità che abbiamo introdotto dato che tale forma di locazione è sempre più frequente e interessa molti cittadini del Friuli Venezia Giulia. Infatti – spiega l’esponente del Carroccio – : non di rado capita che una società operatrice del settore venga delegata dal cliente ad acquistare un determinato tipo di veicolo per metterlo a sua disposizione e fornirgli a noleggio i servizi tipicamente connessi all’utilizzo del veicolo, ma senza gli oneri della proprietà”.

“Sono soddisfatto anche perché l’assessore Scoccimarro, che ringrazio assieme al presidente Fedriga per il grandissimo lavoro svolto, dopo le mie sollecitazioni ha assicurato il massimo impegno – conclude Singh – per raccogliere le istanze di Vajont e Spilimbergo, così come delle altre zone della nostra montagna”.

Proprio sui due comuni citati in chiusura da Singh si è concentrato Emanuele Zanon, di Regione futura. “L’esclusione di Vajont e Spilimbergo dai benefici della scontistica sui carburanti deve finire“. Vajont rientra completamente nello status di Comune montano, mentre per quanto riguarda Spilimbergo questa classificazione vale solo per la parte settentrionale del territorio municipale.”I due paesi si sono ritrovati nella seconda fascia, quella dei Comuni non montani e non di confine, e non possono dunque godere delle agevolazioni più cospicue”, ha spiegato il consigliere regionale.

Per quanto riguarda Vajont, in particolare, Zanon ha ricordato che si tratta di “una dimenticanza che risale ancora a parecchi anni fa, quando venne promulgata la prima legge sullo sconto carburanti. L’assessore Scoccimarro si è impegnato a risolvere il problema con la nuova legge sui carburanti: speriamo che sia possibile entro la fine della legislatura“.

Zanon si è anche soffermato su un secondo aspetto, ovvero l’applicazione degli sconti in base all’Isee. “Non sono d’accordo con il criterio proposto da qualcuno della minoranza, perché la fascia di popolazione che maggiormente fa uso del carburante è la classe media, soprattutto quelle persone che quotidianamente si spostano per esigenze di lavoro”, ha spiegato. “E non è vero che in tal modo favoriamo i ricchi, perché non è certo uno sconto di qualche euro sul pieno che modifica il loro tenore di vita”.

“Piuttosto, credo che si dovrebbero garantire degli ulteriori sconti agli abitanti dei paesi di montagna“, ha sottolineato ancora il consigliere. “Per varie ragioni pratiche: la viabilità montana è, per questioni morfologiche, più disagiata, ci sono meno trasporti pubblici e meno servizi. Di conseguenza, si fa un uso più intenso di carburante”.

In conclusione, Zanon ha controbattuto anche a chi sostiene che i sostegni sul carburante remino contro la transizione ecologica: “Sono d’accordo che dobbiamo sforzarci per contrastare l’inquinamento del pianeta. La transizione è già in atto: un accordo europeo prevede la diffusione completa delle auto elettriche entro il 2035. Ma nel frattempo abbiamo il dovere di sostenere i nostri cittadini, anche perché la transizione non riguarda solo il microcosmo del Friuli ma tutta l’Europa”.
[c.s.]

Ultime notizie

Dello stesso autore