27.8 C
Gorizia
venerdì, 19 Agosto 2022

Slovenia, obbligo test negativo anche per transfrontalieri e studenti

05.02.2021 – 10.35 – La Slovenia ha imposto l’obbligo anche per i lavoratori transfrontalieri e per gli studenti che provengono da oltre confine di sottoporsi ad un test PCR negativo o a un test rapido antigenico che non sia più vecchio di sette giorni. I risultati del test saranno poi mostrati all’ingresso nel paese. Il test presentato potrò essere eseguito solo in uno stato membro dell’UE o in uno dell’area Schengen o presso un operatore certificato in paesi terzi. Oltre che per i lavoratori e gli studenti, la misura vale anche per chi si ricongiunge con i parenti, per chi si sottopone a cure sanitarie, per chi offre assistenza a familiari o anziani. Rimangono invece esclusi, per ovvi motivi connessi alla logistica, autotrasportatori e autisti; così come i “soliti” appartenenti a settori strategici, a partire da quello sanitario. Una curiosità: c’è un’eccezione ed è per chi lavora a terreni agricoli sulla linea di confine, a cui è consentito spostarsi per un massimo di 8 ore senza test.

Sebbene le modalità e le tempistiche di queste nuove misure anti-Covid siano ancora pienamente da definire, è lecito ipotizzare che causeranno gravi disagi agli abitanti che vivono al confine tra il Friuli Venezia Giulia e la Slovenia, così come ai lavoratori italo-sloveni. C’è infine un altro dato a considerare; ed è il costo dei test/tamponi stessi che rimarranno a carico del pendolare, aggravandone le difficoltà. Il nuovo decreto governativo che ha stabilito questa misura verrà esaminato ogni settimana.

Fonti: Radio Capodistria, I transfrontalieri in Slovenia solo con un test negativo
La Voce del Popolo, Covid. La Slovenia sbarra i confini: colpiti anche i transfrontalieri

[z.s.]

Zeno Saracino
Zeno Saracinohttps://www.triesteallnews.it
Giornalista pubblicista. Blog personale: https://zenosaracino.blogspot.com/

Ultime notizie

Dello stesso autore