6.5 C
Gorizia
giovedì, 8 Dicembre 2022

Sicurezza, Zalukar (Misto): odg su riattivazione 113 parallelo a 112

11.03.2021 – 09.17 – “Forte è l’esigenza di sicurezza dei cittadini, sempre più forte sia rispetto alla criminalità organizzata che penetra anche il tessuto economico del Friuli Venezia Giulia (relazione della Direzione investigativa antimafia e rapporto dell’Osservatorio regionale antimafia), sia rispetto alla microcriminalità che tocca da vicino la quotidianità della vita dei cittadini”. Lo scrive in una nota il consigliere regionale del Gruppo Misto, Walter Zalukar, a margine dell’esame, da parte dell’Aula, del disegno di legge 125 sulle politiche integrate di sicurezza e ordinamento della polizia locale. Zalukar si chiede se il provvedimento “cambierà le cose, se saremo più al sicuro. Francamente ne dubito. La sicurezza, quella vera, si regge su due pilastri: il controllo del territorio, la certezza e prontezza delle pene. Invece il disegno di legge 125 propone l’istituzione di un Osservatorio regionale sulla sicurezza, con compiti di analisi dei fenomeni criminali. Ovvero tematiche di cui già si occupano le Prefetture, quindi un altro carrozzone a spese dei contribuenti”.

Inoltre, “i Volontari per la sicurezza. E ci si chiede: volontari a fare cosa? Dovrebbero forse controllare il territorio? In tutta onestà usare volontari quando è sempre più pressante l’esigenza di professionisti ben addestrati, appare come un’operazione per buttare fumo negli occhi alle persone”.

Terzo punto analizzato dal consigliere, “il controllo di vicinato. Potrebbe essere utile, ma non si dice come dovrebbe funzionale. E poi una legge simile in Veneto è stata dichiarata illegittima dalla Corte Costituzionale non più tardi di un anno fa. Vi è poi il tentativo di regionalizzare la Polizia locale, dimostrando una tendenza all’accentramento di funzioni che forse è più appropriato mantengano una dimensione locale. Alla luce di tutto ciò e a fronte delle reali esigenze di sicurezza, l’impressione è che su un tema importante la Giunta regionale abbia partorito un topolino”.

“Ritornando a uno dei pilastri della sicurezza, il controllo del territorio – prosegue Zalukar -, questo comprende anche il pronto intervento che si basa su sistemi di allarme e risorse di polizia adeguati. E qui qualcosa si potrebbe fare, e cioè valutare la riattivazione del collegamento del numero telefonico 113 direttamente alla sala operativa della polizia in parallelo al 112, per garantire una risposta più professionale e tempestiva al cittadino che chiede aiuto. Ho quindi pensato di intervenire con un ordine del giorno collegato al ddl in esame, per impegnare su questo punto la Giunta regionale”.
(c.s.) d.g.

Ultime notizie

Dello stesso autore