Cormons, nuovi film sul palco del Teatro Comunale

21.08.2021 – 08.30 – Il Teatro Comunale di Cormons riaprirà a fine agosto per offrire un’anticipazione alla stagione cinematografica autunnale: il 23 e il 30 agosto, nell’ambito del “Circuito Cinema estate”, con inizio alle 21, ed eccezionalmente ad ingresso gratuito, proporrà due titoli davvero imperdibili. Sarà obbligatoria la prenotazione e l’esibizione del Green Pass.

Lunedì, sarà proposto “Le sorelle Macaluso – La vita di cinque sorelle vissute nella periferia di Palermo”. Il film diretto da Emma Dante racconta la storia di Maria, Pinuccia, Lia, Katia e Antonella. Sono cinque sorelle di diversa età, nate a Palermo e cresciute in un appartamento, sito all’ultimo piano di un palazzo decadente della città sicula. Così come la loro casa mostra i segni dello trascorrere del tempo e degli anni, allo stesso modo le cinque donne vengono mostrate in età diverse, come infanzia, maturità e vecchiaia. Ognuna di loro ha una storia da raccontare, una personale che narra le vicende familiari, ma anche la scelta – sempre difficile da prendere – di restare e combattere o andare via per sempre.

Lunedì 30 agosto, sempre alle 21, sarà proiettato ‘Nomadland – Dopo aver perso ogni cosa, una donna decide di vivere da nomade’ diretto da  Chloé Zhao. Il film racconta la storia di Fern, una donna sulla sessantina del Nevada, che – a seguito del crollo economico, dovuto alla Grande Recessione – ha perso il suo impiego presso l’azienda nella quale lavorava. Ora si trova senza lavoro e sola, dato che suo marito è scomparso di recente. In questa situazione che apparirebbe tragica per chiunque, la donna decide di compiere un gesto inaspettato: vendere tutto ciò che ha per comprare un furgone e tentare la vita on the road, alla ricerca di un lavoro. Con i bagagli in spalla, Fern si mette in viaggio verso gli stati occidentali, determinata a vivere come una nomade dei nostri giorni, al di fuori della attuale società e delle convenzioni odierne. Durante il tragitto, Fern incontra altri nomadi, con i quale condivide diversi momenti, le loro storie personali e i consigli per vivere in strada. È grazie a questa compagnia che la donna riesce ad aprirsi e raccontarsi, pronta finalmente ad affrontare il presente che sembra chilometro dopo chilometro soltanto un passato prossimo.

c.s