Spazio… relazione: narcisismo e amor di coppia

14.11.2021 – 08.12 – Il narciso, oltre a essere un bellissimo fiore, è un tratto di personalità che è salito alla ribalta negli ultimi anni e che è stato messo alla gogna e affibbiato a una moltitudine di uomini che fanno difficoltà a stare e a costruire una relazione profonda. Sembra di essere circondati da persone narcisiste che non sanno fare altro che ferire le donne con le quali vengono in contatto e intessono una relazione. Che caratteristiche ha il narcisista? Come si relaziona? Come si può riconoscere per evitarlo o tentare di andarsene prima possibile? Il narcisismo è un disturbo di personalità e come tale non è così diffuso nella popolazione come video e articoli vogliono farci credere. La nostra società ha delle caratteristiche narcisistiche basate sulla soddisfazione dell’estetica, che ha bisogno di continuo e costante di rassicurazione, che non sopporta l’attesa, il sacrificio per l’obiettivo, in termini psicologici, la frustrazione.

Tutto, subito e facilmente è il messaggio pervasivo in cui siamo circondati, veniamo trattati dalla pubblicità trattati a livello di bambini che devono avere il sostegno e l’adorazione della madre, presente per appagare ogni bisogno, ogni aspettativa. Il marketing promuove la ricerca della soddisfazione del desiderio immediata e non differibile, questo spesso diventa il modus operandi anche nelle relazioni. Si passa di innamoramento a innamoramento e quando la fase sfavillante dell’eccitazione tende luccicare meno, si abbandona la coppia per un altro inizio scoppiettante. Questo comportamento, molto diffuso tra gli uomini, ma presente anche nelle donne, viene accompagnato dalla iniziale dedizione completa, dalla ricerca di soddisfare la partner in ogni suo desiderio, in modo da ricevere un adeguato e ricorrente rifornimento narcisistico, quali complimenti, adorazione, totale dedizione a lui, il principe narciso.

La partner fa da specchio per la sua bellezza e la sua autostima. Quando questa situazione viene a mancare la risposta dell’uomo è violenta, arrabbiata, stizzita, svalutante e maltrattante con atteggiamenti e parole che demoliscono la partner, iniziano spesso i tradimenti, cercando altrove la gratificazione mancante. Da angelo il narcisista diventa diavolo, lasciando la partner nell’incapacità di far fronte a un cambiamento così repentino e con la sensazione di non capire chi si ha a fianco. Questi comportamenti e queste dinamiche sono molto più diffusi del numero di persone con una diagnosi di disturbo di personalità narcisista in circolazione, e spesso sono caratterizzati da tratti di personalità che non sono in grado di portare aventi una relazione, per immaturità emotiva e per non aver vissuto un attaccamento sufficientemente sicuro. Creare una relazione, non un eccitante incontro di corpi, richiede capacità relazionali, impegno e forza nell’accettare chi è inevitabilmente diverso da noi. Creare intimità vera significa far entrare il diverso, l’altro, nel nostro cerchio profondo, delicato e fragile, e questo richiede coraggio di mostrare la vera essenza e non una maschera per farsi accettare, che poi cade al primo alito di vento. Chi entra in contatto con un narcisista ha come via d’uscita quella di chiudere tutti i contatti in modo definitivo, cancellare numeri, mail e qualsiasi modalità di comunicazione. L’illusione che possa cambiare verrà irrimediabilmente delusa da chi non ha una struttura in grado di reggere una relazione che vada oltre lo scambio di effusioni e calore corporeo, di incontri piacevoli ma fini a sé stessi. È molto difficile, in questi casi, creare una comunicazione sana nella coppia.

Che ne pensi al riguardo? Scrivimi pure le tue domande, le tue riflessioni, i tuoi pensieri, le tue esperienze di relazione che saranno trattate in forma anonima via mail a [email protected] o via WhatsApp al 3921805011 e ti risponderò con gioia, la tua vita e la tua esperienza può essere spunto di crescita e di riflessione anche per altri lettori.

[del Dott. Marco Folla, psicologo. Si occupa di relazioni, problemi di ansia, attacchi di panico, problemi alimentari, mindful eating, training autogeno.]