10.3 C
Gorizia
giovedì, 8 Dicembre 2022

Risorgive Schiavetti: accordo fra Comune e associazioni

28.06.2022 – 08:00 Il Comune di Monfalcone, partner del progetto “Eco Smart“, di cui è capofila la Regione Veneto, riceverà un contributo di 150mila euro per favorire la tutela della biodiversità nella zona delle Risorgive Schiavetti. “Eco Smart” è una progettualità finanziata nell’ambito del Programma di Cooperazione Interreg V-A Italia-Slovenia 2014-2020, rivolto proprio alla conservazione della biodiversità nelle aree transfrontaliere, fra le quali figura anche il biotopo delle risorgive Schiavetti. In quest’ottica, l’Amministrazione comunale di Monfalcone ha siglato un accordo con le realtà associative interessate dagli sviluppi del progetto, ossia il Consorzio di Bonifica della Venezia Giulia, la Cooperativa Pescatori, la Riserva di Caccia, Legambiente Monfalcone e l’associazione ambientalista Eugenio Rosmann. I rappresentanti delle varie realtà, che formeranno un Gruppo di lavoro, hanno avuto così modo di esporre le proprie sensibilità sulla tematica della salvaguardia del sito: Michele Tonzar, Presidente di Legambiente Monfalcone, ha sottolineato l’importanza di non abbassare la guardia sulla tutela ambientale di Schiavetti, mentre Alfredo Boscarol, direttore della Riserva di Caccia, ha ribadito come nelle zone protette sia cruciale il ruolo giocato dalla caccia, quale attività sostenibile. La linea di pensiero di Boscarol è condivisa anche da Michele Doz, Presidente della Cooperativa Pescatori: “Di tutto il pesce del golfo, i pescatori raccolgono il 5% circa. Il 30% è cacciato dai volatili che iniziano a rappresentare un problema non da poco”. L’intervento di Daniele Luis, direttore del Consorzio di Bonifica della Venezia Giulia, si è articolato sull’importanza della conoscenza della zona delle risorgive, dove in passato si erano invano tentate delle operazioni di bonifica: “Questo accordo ci aiuterà a migliorarne la conoscenza”.

 

 

 

 

Ultime notizie

Dello stesso autore