22.2 C
Gorizia
venerdì, 19 Agosto 2022

Gorizia, aeroporto “Duca d’Aosta” al centro del dibattito

04.08.2022 – 07:30 L’Aeroporto “Duca d’Aosta” di Gorizia non rappresenta solo un pezzo di storia goriziana, essendo le sue vicende legate a doppio filo da più di un secolo con quelle del capoluogo isontino, ma anche un ricorrente oggetto del dibattito politico locale. Il sito di via Fratelli Rusjan, infatti, è tornato alla ribalta nell’arco della seduta del Consiglio comunale dello scorso mercoledì 27 luglio, nell’arco della discussione precedente all’approvazione del Rendiconto di gestione riferito all’anno 2021. In questo frangente, infatti, si è inserita la relazione dei Revisori dei Conti che, rispetto alla situazione economica dell’Aeroporto “Duca d’Aosta”, ha esortato il Comune ad un monitoraggio attivo e ad un tempestivo aggiornamento del Piano Industriale, in ragione delle perdite registrate. L’esortazione dei Revisori trova il suo riferimento “in diritto” nel D.lgs. 175/2016, Testo Unico in materia di società a partecipazione pubblica: in ossequio all’art.21 il Comune di Gorizia ha dovuto accantonare in un apposito fondo vincolato un importo pari al risultato negativo che, come riportato da “Il Piccolo”, ha raggiunto l’importo di 384.593 euro. L’accantonamento è integralmente a carico del Comune, che dal 2019 aveva ricapitalizzato il “Duca d’Aosta” con 600 mila euro e ne era divenuto, di fatto, il socio unico. Nell’arco della seduta consiliare non sono mancati gli interventi delle forze di minoranza: a farsi portavoce dell’opposizione sono stati Marco Rossi e Laura Fasiolo che, sull’onda delle esortazioni dei Revisori, hanno espresso la necessità di mettere mano al Piano Industriale, così da consentire il rilancio della realtà aeroportuale. Il Sindaco, Rodolfo Ziberna, ha sottolineato l’incidenza avuta dal contesto pandemico sull’economia dell’Aeroporto: “Il blocco delle attività non ha fermato le spese”. Il primo cittadino, in particolare, ha alluso alle risorse spese per il mantenimento dell’apertura, legata a motivazioni di sicurezza. L’Aeroporto “Duca d’Aosta” di Gorizia è spesso al centro del dibattito locale anche per le potenzialità di sviluppo e valorizzazione. Negli scorsi mesi, ad esempio, l’associazione “Mitteldream-Artegorizia” ha presentato all’Amministrazione regionale il progetto per un’esposizione fotografica e documentaristica dedicata proprio alla figura del Duca d’Aosta. Nel 2014, il sito di via Rusjan è stato oggetto di una convenzione ventennale con cui “Enac“, l’Ente Nazionale per l’Aviazione Civile, ha riconosciuto alla Società Consortile “Aeroporto Amedeo Duca d’Aosta di Gorizia” una concessione ventennale dell’aeroporto demaniale. Un rallentamento sul piano di rilancio e sui lavori di manutenzione del “Duca d’Aosta”, negli scorsi tempi, era stato provocato anche dallo scontro fra “Enac” e la Soprintendenza. La diatriba, come sottolineato dall’allora Assessore Dario Obizzi, aveva fatto perdere all’Amministrazione un anno e si era conclusa con una sentenza del Tar del Friuli – Venezia Giulia che affermava la soggezione al vincolo delle Belle Arti dei soli immobili, senza pregiudizio per la concessione del sito alla Società Consortile. [a.t.]

Ultime notizie

Dello stesso autore