15.1 C
Gorizia
lunedì, 3 Ottobre 2022

Esercizi di rivoluzione e performance transmediali, In\Visible cities arriva a Gorizia

31.08.2022 – 08.31 – In\Visible cities sbarca a Gorizia, Nova Gorica e Gradisca d’Isonzo il 2, 3 e 4 settembre. Il festival urbano multimediale si presenta nella capitale europea della cultura con cinque spettacoli perforativi che si inseriscano inoltre in Scene Aperte, un cartellone condiviso con l’Alpe Adria Puppet Festival e GoTropolis, in cui si invita il pubblico a “immergersi nelle due città a cavallo del confine, passando da una performance all’altra, da una città all’altra, da una location all’altra, nel corso dell’intera giornata” spiega Alessandro Cattunar, direttore artistico di In\Visible cities.
Si parte quindi venerdì 2 settembre (alle 16, 17.30, 19, anche il 3 settembre) con “Esercizi di rivoluzione“: il Circolo Bergman accompagnerà gli spettatori, guidati da cuffie wireless e immersi in un mondo di stimoli testuali e sonori, alla scoperta del parco Basaglia e alla ricerca dei segni di quello che è stato l’inizio di una rivoluzione medica e simbolica. Un’esperienza immersiva che porta a riflettere su cosa voglia dire attraversare un confine, a partire da quello fra noi e il mondo.

Alle 18 invece (e poi il 4 alle 19.30) si entrerà nel vivo con “17 selfie dalla fine del mondo/17 selfijev s konca sveta“. A Nova Gorica (ritrovo all’Eda Center, Erjavčeva ulica) il pubblico potrà incontrarsi – scegliendo se partecipare in italiano o sloveno – per prendere parte alla performance in cuffia, uno spettacolo-party in occasione della “fine del mondo”, un evento partecipativo e transfrontaliero, per riflettere sulla crisi climatica, sulla transizione ecologica, sulle responsabilità dei grandi della terra e sui piccoli gesti che possiamo fare.
Sabato 3 settembre alle 17 e domenica 4 alle 9 e 30 sarà invece la volta di “Confine radiante” – uno dei progetti selezionati dal bando “Richiedo asilo artistico”: una passeggiata audioguidata lungo i cippi di confine che dividono a metà il sentiero sul Sabotino, un percorso ricco di fascino sul piano ambientale, sospeso sopra l’Isonzo, ma anche sul piano storico, traccia di un passato complesso. La partenza è in programma proprio sul Monte, al Centro visite – Okrepcevalica Park Miru, Parco della pace, Šmaver 2, Solkan, Slovenia.

Sempre nel weekend il 3 settembre alle 21, il 4 alle 11 e alle 17.30 andrà in scena iDEDALO, una performance transmediale che coniuga strumenti digitali (Telegram in particolare) e reali, teatro ed esplorazione degli spazi, fare e fruire. L’itinerario partirà da piazza Vittoria: una sorta di “ingresso” del labirinto, dove però tutti gli spettatori saranno chiamati a compiere delle scelte individuali: ogni decisione aprirà un percorso differente, sia per il corpo in movimento che per la storia narrata. La matrice narrativa prevede fino a 17 finali possibili.
Infine il 4 settembre atteso invece Open Doors / Botteghe digitali, una prova aperta con performance e installazioni multimediali a cura degli artisti under 25 di Digital Manufacturing 2022. Un progetto formativo che punta alla rivalorizzazione e rivitalizzazione di storiche attività commerciali, ora perlopiù dismesse, attraverso l’interazione dei linguaggi creativi, la promozione della memoria locale e l’innovazione tecnologica, con particolare riferimento alle botteghe di Via Rastello, storica via del centro di Gorizia.

Gli eventi saranno a ingresso gratuito, ma è raccomandata la prenotazione su invisiblecities.eu/invisiblecities22.

 

Ultime notizie

Dello stesso autore