6.5 C
Gorizia
giovedì, 8 Dicembre 2022

Trenta cuccioli di cane trasportati illegalmente, uno deceduto: denunciati tre uomini

18.03.21-14.30- Lo scorso fine settimana -nell’ambito di servizi programmati per il contrasto al fenomeno del traffico illecito di animali d’affezione- una pattuglia della Sezione Polizia Stradale di Gorizia ha fermato un furgone con a bordo 30 cuccioli di cane. Ciò è avvenuto nei pressi dello svincolo autostradale di Palmanova (UD). Per ulteriori accertamenti e per verificare lo stato di salute degli animali è stato richiesto l’intervento del servizio veterinario dell’A.S.U.F.C. che, unitamente al N.O.A.V.A. del Corpo Forestale Regionale, hanno constatato il degrado e l’inadeguatezza del trasporto.

I cagnolini (5 bassotti, 4 barboncini, 2 chihuahua, 2 golden retriever, 4 spitz, 3 bulldog francesi, 6 shih tzu, 1 shiba inu e 3 chow chow) oltre ad essere trasportati in maniera inadeguata (il veicolo era carente di conforme aerazione, del controllo della temperatura del vano di carico e le gabbie erano di altezza insufficiente) erano malnutriti e insufficientemente abbeverati. Inoltre sono emerse diverse discrepanze tra quanto dichiarato nei documenti sanitari e di trasporto sulla reale età dei cuccioli.

Per questi motivi il conducente, unitamente al trasportatore e al rivenditore destinatario, sono stati denunciati in stato di libertà alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Udine, per maltrattamento di animali, falso documentale e traffico illecito di animali da compagnia.

Il veicolo utilizzato per il trasporto è stato posto sotto il vincolo del sequestro. 22 cuccioli, sottoposti a sequestro penale, sono stati affidati al Canile di Udine mentre 8, bisognosi di cure, sono stati ricoverati presso una struttura veterinaria. All’indomani della conclusione dell’operazione si è appreso della morte di uno dei cuccioli ricoverati e dell’aggravamento delle condizioni di salute per altri tre. Per questo motivo agli indagati è stato ascritto anche il reato di uccisione di animale.

m.p.

Ultime notizie

Dello stesso autore