Covid, variante inglese presente nel 40% dei casi della Slovenia

02.04.2021 – 11.42 – La variante inglese del Coronavirus continua a diffondersi anche in Slovenia; sebbene, occorre evidenziarlo, con percentuali decisamente inferiori a quelle italiane e, nel caso locale, udinese. In totale, all’interno del paese, la variante è stata rintracciata nel 40% dei casi. Certamente la possibilità di rintracciare la presenza o meno della variante anglosassone dipende strettamente dalle capacità dei laboratori, sotto pressione in Slovenia; eppure rimane una percentuale che seppur alta appare inferiore a quella di Udine o di Pordenone (presenza variante al 100%). I casi, tuttavia, salgono velocemente; come osservava il Laboratorio nazionale per la salute, l’ambiente e gli alimenti (NLZOH) la percentuale di varianti inglesi è schizzata nell’arco di sette giorni dal 33% al 42%. L’Istituto di Microbiologia e Immunologia ha confermato che il 44% dei campioni analizzati tra il 15 e il 21 marzo conteneva la variante inglese. Il NLZOH ha inoltre rilevato un’altra mutazione in una delle varianti diffusa nel paese (B1.258.17), ma ancora s’ignora come possa influenzare il virus, se a livello di contagio o di pericolosità dei sintomi.

Fonti: Total Slovenia News, Sta.si, UK variant spreading rapidly

[z.s.]