26.1 C
Gorizia
giovedì, 11 Agosto 2022

Vaccino a domicilio, Riccardi: 7.200 over 80 vaccinati entro maggio

11.03.2021 – 11.57 – Sono all’incirca 7.200 gli over 80 residenti in Friuli Venezia Giulia che hanno già prenotato la somministrazione del vaccino a domicilio; un’operazione che secondo le stime fornite dal vicepresidente Riccardo Riccardi sulla base del report consegnato dalle tre aziende sanitarie del territorio, dovrebbe essere portata a compimento – con la somministrazione della seconda dose – entro la fine di aprile o, al massimo, entro la metà del mese di maggio.
Nello specifico, per quanto concerne l’area giuliano-isontina, le persone che saranno vaccinate a domicilio ammontano a circa 2800. In questo caso, ha spiegato Riccardi, “le operazioni di preparazione vaccinale sono svolte dalla farmacia ospedaliera. L’infermiere di distretto va a ritirare i vaccini in farmacia e poi si coordina con il medico per iniziare le inoculazioni a domicilio”. Un’attività, ha spiegato, la cui durata indicativa in contesto urbano è di circa 45 minuti e di un’ora nel caso di contesti più periferici. Considerato il sostegno dei medici di medicina generale, ad ognuno dei quali verrebbero affidati dai 10 ai 20 pazienti a testa, “l’operazione di vaccinazione a domicilio si potrebbe concludere entro metà maggio“.

Sono invece circa 3000 gli over 80 che fanno riferimento all’Azienda sanitaria universitaria del Friuli Centrale. “La campagna” ha spiegato Riccardi, ha “preso il via nella giornata di lunedì ed entro la fine della settimana saranno circa una sessantina coloro ai quali verrà somministrata la prima dose. L’équipe che al momento si reca a casa degli anziani da vaccinare è composta da un medico e un’infermiera del distretto; quando poi verrà firmato l’accordo con i medici di medicina generale, anche questi verranno coinvolti nella campagna a domicilio”. In questo caso, il tempo stimato per portare a termine ogni singola operazione si aggira intorno ai 60 minuti.

Infine, per quanto riguarda l’Azienda sanitaria del Friuli Occidentale sono all’incirca 1500 le persone che riceveranno il vaccino a domicilio, con le inoculazioni che seguiranno un ritmo di circa 40 unità la settimana. “Nella zona del pordenonese ad ogni medico verranno assegnate circa 6 o 7 dosi al giorno” ha fatto sapere il vicepresidente. “Il tempo medio per ogni vaccinazione è di circa 40 minuti che prevedono lo spostamento, l’inoculazione, la valutazione e l’osservazione del paziente. Senza l’impiego dei medici di medicina generale la somministrazione della doppia dose verrebbe completata entro la metà di maggio. Nel caso in cui invece si raggiungesse l’accordo, entro aprile la campagna potrebbe essere portata a termine”.

n.p

Ultime notizie

Dello stesso autore